Top menu

Archivio | ottobre, 2017

DalPrato_Comito

Crisi aziendale e strategia di ripresa

Officina Democratica presenta il libro “Crisi aziendale e strategia di ripresa”, edito da “Il Ponte Vecchio”, lunedì 30 ottobre 2017, ore 20:45, Sala delle Associazioni, Via Laderchi, 3 Faenza. Saranno presenti gli autori Luciano Dal Prato e Vincenzo Comito

740x360-201187

IMF: higher taxes for rich will cut inequality without hitting growth

Higher income tax rates for the rich would help reduce inequality without having an adverse impact on growth, the International Monetary Fund has said. The Washington-based IMF used its influential half-yearly fiscal monitor to demolish the argument that economic growth would suffer if governments in advanced Western countries forced the top 1% of earners to […]

apple-256263_1920

Nobel 2017: Thaler e le contraddizioni della “spinta gentile”

Nobel 2017 per le scienze economiche assegnato a Richard Thaler dell’Università di Chicago, per i suoi contributi allo sviluppo dell’economia comportamentale. Una branca di ricerca promettente che tuttavia Thaler non sgancia dall’ideale normativo della teoria neoclassica, generando alcune aporie anche sul terreno delle sue proposte di politica economica. A cominciare dalla “spinta gentile” dei governi […]

locandina-A3_2017-382x540

I volti del potere al Salone dell’editoria

Dal 26 al 29 ottobre ritorna a Roma il Salone dell’Editoria sociale con una edizione dedicata quest’anno ai volti del potere e alla loro incarnazione nelle tante dimensioni della nostra vita: dalla finanza all’economia, dalla politica alla religione, dalla cultura al giornalismo, dall’arte al digitale, dalla criminalità organizzata alla medicina e alle tante altre sfere […]

book-2869_640

Gente di fabbrica

Il lavoro ha subito un processo di rimozione: al centro c’è l’impresa, i cui interessi vengono fatti coincidere con l’interesse generale. L’introduzione del libro ‘Gente di fabbrica. Metalmeccaniche e metalmeccanici nel nuovo millennio’

black-hole-2-1494609865QNB

Fiscal cosa?

Entro la fine dell’anno, il Parlamento dovrà ratificare il Trattato sulla stabilità, coordinamento e governance nell’unione economica e monetaria, meglio noto come Fiscal Compact. Nessuno ne parla ma qualsiasi futura maggioranza parlamentare e qualsiasi governo dovesse insediarsi all’indomani del voto rischia di essere, se non commissariato, per lo meno fortemente limitato nelle proprie scelte