Top menu

Newsletter n° 669 del 14 marzo 2022

No all’escalation

Per un cessate il fuoco non solo temporaneo

Sabato 5 marzo a Roma migliaia di persone scenderanno in piazza per il “cessate il fuoco” in Ucraina e non solo temporaneo: sarà una grande manifestazione contro la guerra e per ribadire le ragioni di una soluzione negoziata e condivisa. Ed è un peccato, un errore, che dalla versione finale della convocazione siano scomparse la critica al governo italiano per l’invio delle armi e all’allargamento della Nato. Bisogna evitare che si trasformi in una raccolta di posizioni contrastanti e ambigue che non fanno bene al movimento per la pace.
Giulio Marcon

Conseguenze economiche e finanziarie della guerra

Nel reticolo di interessi dato dalla globalizzazione non è semplice definire chi è destinato a guadagnare e chi a perdere dalla guerra. Alcuni elementi però iniziano a delinearsi: l’Europa ha da perderci più di chiunque altro, con rischi di recessione in caso di prolungamento della crisi. Mentre la Russia viene costretta a una alleanza più stretta con la Cina.
Vincenzo Comito

Io, pacifista russo arrestato a Mosca

La traduzione del racconto, scritto in forma anonima, di un attivista per la pace a Mosca: l’intervento della polizia, gli interrogatori, le sanzioni e le modalità per organizzare altre manifestazioni clandestinamente
Open Democracy

Riletture: Chernobyl, l’altra tragedia ucraina

Il racconto dell’inviato de il manifesto a Chernobyl 14 anni dopo il collasso del reattore 4: sole scintillante, vento, neve e 1238 milli-roentgen sopra il mostro ancora vivo. Stipendi da fame, ricordi radioattivi.
Guglielmo Ragozzino

Cessate il fuoco, solidarietà con le vittime

Chiediamo subito il “cessate il fuoco”, nel rispetto dei principi della legalità internazionale, della sovranità, dell’autodeterminazione dei popoli, del rispetto dei diritti delle minoranze. Chiediamo una grande spinta di solidarietà con la popolazione ucraina, con l’invio di aiuti di prima emergenza e con l’accoglienza dei rifugiati nel nostro paese. Con questo spirito aderiamo alla manifestazione nazionale di sabato 5 marzo a Roma.
Campagna Sbilanciamoci!


APPUNTAMENTO

Presentazione del libro “Afghanistan senza pace” a Milano

Martedì 15 marzo alle ore 18.30 presso E/N – Enoteca Naturale (Via Santa Croce, 19) verrà presentato l’e-book “Afghanistan senza pace 2001-2021”. All’evento parteciperanno Rossella Miccio, presidente di EMERGENCY, Giuliano Battiston ed Emanuele Giordana, tra gli autori dell’e-book


NELLA RETE

Bennett, Erdogan seek to fill vacuum over Ukraine Da Al Monitor

Da Gela a Mazara la rete dei gasdotti usata solo a metà Jacopo Giliberto. Da il Sole 24 ore.

Quella rivoluzione conservatrice di Mosca alle radici del conflitto Guido Caldiron. Da il manifesto.

En Russie, plus de 4600 manifestants contre la guerre arrêtés Da Le Monde

Landini: la pace si costruisce solo con la pace Paolo Andruccioli. Da Collettiva.it

What would a Ukraine-Russia peace deal look like? Anatole Lieven Da The Guardian.

Putin’s aggression makes clear the case for an anti-war movement Owen Jones. Da The Guardian.

Sostieni Sbilanciamoci! per l’organizzazione de
“L’altra Cernobbio”

 

Clicca qui, fai subito una donazione!