Top menu

Criticò il decreto Minniti. Denunciato per vilipendio

“Vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle forze armate”: con questa accusa è stato denunciato Gianluca Dicandia, avvocato romano esperto di diritto dell’immigrazione e attivista della rete ‘Resistenza Meticce’. La denuncia segue l’identificazione subita dall’avvocato lo scorso 20 giugno, quando prese la parola durante un’iniziativa promossa a Roma da Amnesty International in occasione della […]

“Vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle forze armate”: con questa accusa, che chiama in causa l’articolo 290 del codice penale, Gianluca Dicandia, avvocato romano esperto di diritto dell’immigrazione e attivista della rete ‘Resistenza Meticce’, è stato denunciato dalle forze dell’ordine.
La denuncia segue l’identificazione subita dall’avvocato lo scorso 20 giugno, quando prese la parola durante un flash-mob in piazza del Pantheon, a Roma. Un’iniziativa promossa da Amnesty International in occasione della Giornata mondiale del rifugiato. L’intervento, di carattere tecnico, si focalizzava sui decreti Minniti-Orlando e sulle loro conseguenze, in particolare sulla vita dei cittadini stranieri presenti in Italia.

Al termine dell’intervento, l’avvocato era stato identificato dalle forze dell’ordine. Alcune persone avevano protestato, e anche loro erano state prontamente identificate (qui la cronaca di quanto successo il 20 giugno). A Riccardo Noury, portavoce di Amnesty, che chiedeva il motivo di tale misura, la polizia domandava se si dissociava dalle parole dell’avvocato, palesando il motivo dell’identificazione: le opinioni espresse da Gianluca Dicandia.
Oltre all’avvocato, anche tre persone identificate il 20 giugno sono state denunciate dalle forze di polizia per “violenza o minaccia alle forze dell’ordine” (articolo 336 del codice penale). I video girati e diffusi durante il flash mob non mostrano colluttazioni, violenze, né minacce, ma solo persone che chiedono il motivo alla base delle misure adottate dal Governo.

Read more

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page