Home / Sezioni / capitali

facebook-link twitter-link

Newsletter

Registrati alla newsletter di sbilanciamoci.info

Sezioni

Capitali

Economia e finanza

Tanta roba

di Claudio Morici

Terzo appuntamento con i racconti dell’estate di Sbilanciamoci. Le vite disuguali riguardano questa volta un manager, ricco soprattutto delle sue miserie. E che fa un testamento accurato per assegnare a tutti l’eredità giusta. Perché è la proprietà oggi che regola i rapporti tra persone

La nuda proprietà

di Guglielmo Ragozzino

Tanta roba/Quasi metà degli italiani – 49 ogni 100 – sarebbe, stando alla Banca d'Italia, più favorevole all'eguaglianza che non alla libertà. Altri popoli, come i francesi, che sanno tutto di liberté ed égalité, o i tedeschi o gli spagnoli, sono di opinione contraria in ordine a quella scelta decisiva e le maggioranze per la liberté sono ampie.

Paolo Volponi e le mosche del capitale

di Angelo Ferracuti

Tanta roba/Se si vuole capire cosa è successo nelle società occidentali a metà degli anni '80, «Le mosche del capitale» di Paolo Volponi è un libro imprescindibile

Produrre meno per possedere di più

di Angelo Marano

Tanta roba/Il rentier, per il quale Keynes invocava l'eutanasia, è di nuovo alla testa del nostro sistema economico Chi, invece, vive del lavoro è spinto verso la povertà

La fotografia della ricchezza

Tanta roba/Eredità, capital gains e risparmi secondo le rilevazioni della Banca d'Italia. La ricchezza è lo stock di attività reali – proprietà, abitazioni, terreni – e di attività finanziarie – depositi bancari, titoli, azioni, investimenti finanziari – al netto dei debiti – mutui, prestiti bancari, etc.

Mercati, ridiamo la moneta allo Stato

di Giorgio Ruffolo , Stefano Sylos Labini

Per superare il monopolio delle banche centrali i titoli di Stato dovrebbero funzionare non solo come riserva di valore ma anche come strumento di pagamento

Il Fiscal Compact e la depoliticizzazione

di Thomas Fazi

Democrazia svendesi/Intervista a Hugo Radice, docente all'Università di Leeds: «È necessario ripartire dalle conquiste ottenute dai movimenti popolari e di base»

Per le multinazionali, diritti senza alcun dovere

di Andrea Baranes

Democrazia svendesi/ Il Consiglio per i Diritti Umani dell'Onu ha votato una risoluzione storica per l'avvio di un processo verso uno strumento legalmente vincolante per il rispetto dei diritti umani da parte delle grandi corporations